Il tetto della casa di fronte ha un non so che di romantico. Anche nella sua bruttezza, in quella sua architettura scarna. Forse perchè sulle tegole rosse e scorticate – quelle che reggono ancora gli inverni campobassani freddi e pieni di neve – ci si sono appoggiati spesso anche i miei pensieri. Il tetto della casa di fronte è un luogo che il cielo ingoia, masticandone lentamente i contorni nell’atmosfera rarefatta e rosa dei tramonti. Quelli che si ripetono con sfumature ancora diverse, ad ogni cambio di stagione della mia vita. Guardarlo mi fa provare sempre una malinconia dentro. Non saprei nemmeno dire quale ne sia il motivo. Che non è sempre semplice capire perchĂ© certe immagini rimangono così ancorate in fondo al cuore.

Share:

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.